TVita // X-Factor. Quando è il bon ton è superfluo.

xfactor

In tempi in cui si tutti vogliono usufruire dei famosi 15 minuti di celebrità (come disse Andy Warhol ) in tv possiamo assistere a situazioni al limite dell’imbarazzante. Seguendo i provini di X-Factor (in arrivo a gennaio in prima serata su Raidue con la seconda edizione) ho notato che a momenti di vera arte canora si alternano (troppi) momenti trash.

Dall’uomo con una certa stazza che canta in falsetto accompagnato con il proprio bassotto, al ragazzo siciliano con un led luminoso sulla cinta che indicava il proprio nome, oltre che avercelo scritto sui jeans.
Ma il vero trash non sta tanto nella qualità dei personaggi che si presentano ai provini, perché se sono aperti a tutti ovviamente si presenteranno anche persone di questo tipo, ma nei tre giurati, Mara Maionchi, Morgan, e Simona Ventura.
Senza giudicare la loro professionalità al di fuori del programma, trovo davvero da persone maleducate ridere in faccia ad un ragazzo che si esibisce davanti a loro, stare con gli occhialoni scuri mentre si parla con un provinante. Insomma un atteggiamento di indubbia superiorità, mettendo quasi in difficoltà (forse lo fanno apposta?) l’aspirante cantante.
Aspettando di vedere cosa combineranno i tre giurati durante le prime serate, vorrei consigliare a tre un bel Galateo come libro da leggere durante le vacanze natalizie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: