CineConsiglio #4 // Monster (2003)

monster

Il 9 ottobre 2002, in Florida alle 9.47 venne giustiziata la prima donna serial killer della storia degli Stati Uniti : Aileen Wuornos. Prostituta per scelta, commette il suo primo omicidio durante un tentativo di stupro da parte di un cliente. Ucciderà per amore. E per amore verrà giustiziata.

La bellissima Charlize Theron quando nel 2003 accettò la parte per questo film, immaginava quanti premi a livello mondiale avrebbe ricevuto. Per ingrassare di 15 chili, indossare una protesi dentaria, e fare ore e ore di trucco per arrivare a diventare irriconoscibile nei panni della serial killer, ha vinto il prestigioso Oscar come migliore attrice, il Golden Globe, l’Orso d’Oro a Berlino e lo Screen Actors’Guild.

La storia di Aileen Wuornos non è una storia per nulla facile. Un giorno per sbaglio entra in un locale gay,e da quel giorno la sua vita cambierà grazie all’incontro con Selby (l’altrettanto brava Christina Ricci) giovane lesbica. Le due si innamorano, vogliono vivere insieme, ma si ritrovano senza soldi. Aileen sarà costretta a prostituirsi di nuovo (dopo aver ucciso il suo stupratore aveva deciso di smettere). Vuole rendere felice Selby, e cerca di accontentare ogni sua richiesta, continuando ad uccidere. Uccide sette persone, tra le quali un poliziotto e un uomo che voleva solo aiutarla. Per Aileen uccidere è diventato l’unico mezzo per amare Selby, ignara di tutte le vittime che Aileen lascia dietro di lei. Significativa la scena in cui le due amanti vanno al Fun World per pattinare. A rischio di farsi scoprire Aileen decide di accontentare i desideri della sua amata.

Una sera però il telegiornale manda in onda i volti delle due donne, costringendo Aileen a fare la scelta più difficile della sua vita, lasciar tornare Selby a casa dei genitori.
Arrestata in un bar, alla fine Aileen si prenderà tutte le colpe dei furti compiuti con Selby, rinunciando per sempre al suo amore.

Consigliato ad un pubblico adulto, il film consacra Charlize Theron nell’Olimpo della Hollywood che conta, regalandoci davvero un’interpretazione da Oscar (che poi è arrivato), mettendo da parte la sua straordinaria bellezza, è arrivando a essere identica alla vera Aileen. Film da vedere.

VOTO: 4-stelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: