TVita // Viaggi nel tempo con le nuove serie di Italia 1

Terminator+BionicWoman+Journeryman

AGGIORNAMENTO #2 : Terminator: The Sarah Connor Chronicles e Bionic Woman saranno trasmesse solo domenica 28 dicembre a partire dalle 21.30, sempre con un episodio settimanale, per poi venire sospese a data da destinarsi per i bassi ascolti ottenuti . La serie Journeyman rimane nell’attuale collocazione del martedì alle 23.05,ma con un doppio episodio settimanale.

Dopo i successi delle serate Hot/DOC e Crime, Italia 1 ha deciso di sperimentare qualcosa di nuovo, proponendo a partire da mercoledì 10 dicembre e per i prossimi mercoledì (fino a gennaio) un tris di telefilm in prima tv: Terminator: the Sarah Connor Chronicles, Bionic Woman, e Journeyman.
A partire dalle 21.10 i telespettatori della rete giovane di Mediaset si troveranno catapultati in mondi ricchi di fantascienza e azione, per passare tre ore adrenaliniche ma allo stesso tempo riflessive.

La prima della tre serie in onda altro non è che la trasposizione televisiva di un classico del cinema degli ultimi decenni: Terminator. In particolar modo la serie (attualmente in onda in America con la seconda stagione, e già trasmessa su Premium Gallery) racconta la vita di tutti i giorni di Sarah Connor e di suo figlio John (futuro leader della resistenza umana nei confronti dei robot), e di come, grazie anche all’aiuto di Cameron (un terminator mandato dal futuro dalla stesso John per proteggersi), debbano combattere per cambiare il destino e salvare l’umanità dall’attacco dei Terminator.
Ricca di azione, suspense, e con una storia davvero coinvolgente, la serie è rivolta ad un pubblico molto ampio (cosa insolita per una serie sci-fi),questo anche grazie al fatto che non è richiesta la visione dei tre film precedenti (si entra facilmente nella storia senza troppi problemi).
Con un cast poco conosciuto al grande pubblico (Lena Headey nel ruolo di Sarah, e Thomas Dekker in quelli di John) la serie ha saputo trovare il consenso della critica e anche del pubblico (ma solo nella prima stagione visto che attualmente la seconda sta ricevendo ascolti bassissimi), dovuti dal fatto di riuscire a combinare elementi fantascientifici e emozioni, effetti speciali di alto livello e citazioni bibliche, rendendo la prima breve serie di nove episodi (ridotta a causa dello sciopero degli sceneggiatori) un vero gioiellino del genere.
La stessa cosa non si può certo dire di Bionic Woman e Journeyman. Entrambe le serie sono state cancellate dal network americano che le trasmetteva (NBC, la rete che trasmette Heroes e i “pacchi” versione USA) per gli ascolti davvero imbarazzanti. Tra le due quella che ha deluso di più network e il pubblico è sicuramente Bionic Woman (remake in chiave moderna dell’omonimo show degli anni Ottanta), mentre Journeyman è riuscita a crearsi un nutrito gruppo di affezionati che hanno “combattuto” contro la chiusura della serie inviando alla rete confezioni di riso prodotto a San Francisco (dove la serie è ambientata).
Bionic Woman, rimane comunque un prodotto godibile, non eccezionale ma godibile e non stona in accoppiata con la serie che lo precede, essendo anche in questo caso protagonista una donna forte (interpretata da Michelle Ryan, protagonista dello scorso Telefilm Festival) che deve riuscir a trovare un equilibrio tra la sua parte umana e quella meccanica. Ci riuscirà? Vi segnalo che durante l’unica e breve stagione (8 episodi) fa la sua comparsa un volto familiare al pubblico di Italia 1, Isaiah Washington (il dottor Burke di Grey’s Anatomy).
E dopo due donne combattive è il turno di un reporter che ha la fortuna (o sarebbe meglio dire sfortuna) di viaggiare nel tempo per aiutare le persone nei momenti importanti delle loro vite. Protagonista del telefilm è Kevin McKidd (che vedremo prossimamente nella quinta stagione di Grey’s Anatomy), insieme ad un nutrito cast di attori poco sconosciuti al pubblico italiano. Journeyman è composta da solo 13 episodi, che purtroppo non riesco a dare una risposta a tutti gli interrogativi posti, è comunque interessante e si può iniziare a seguire visto che in rete circolano le dichiarazioni degli autori e degli attori riguardo a come sarebbe continuata la serie.
In una televisione spesso criticata per la ripetitività dei prodotti proposti, Italia 1 dimostra di avere la voglia di sperimentare in prima serata, con un prodotto che sicuramente è di nicchia e che difficilmente può ottenere grandi risultati, ma fortunatamente siamo fuori garanzia. Comunque anche se non siete appassionati del genere vale la pena almeno di vedere l’episodio pilota

3 Responses to TVita // Viaggi nel tempo con le nuove serie di Italia 1

  1. […] See more here:  TVitalia // Viaggi nel tempo con le nuove serie di Italia 1 […]

  2. […] Go here to read the rest: TVitalia // Viaggi nel tempo con le nuove serie di Italia 1 […]

  3. […] avanti fino a maggio col le puntate della seconda stagione) e che in Italia è stata addirittura sospesa (gli ascolti registrati da Italia 1 sono addirittura infereriori ai download registrati dalla […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: